Carte da Scala 40

Torneo Scala 40

La Scala 40 prevede l’organizzazione di veri e propri tornei sia a livello amatoriale che sportivo. Il regolamento dei Tornei di Scala 40 viene rilasciato dalla Fisca, la Federazione Italiana Scala 40 ed è applicabile a tutti i tornei organizzati sul territorio nazionale. Vediamo i principali articoli di questo regolamento: 

Per quanto riguarda le carte valgono le stesse “regole” di sempre, si gioca quindi con due mazzi di carte francesi da 52 + 2 jolly; il punteggio delle carte è nominale fatta eccezione per l’Asso che è variabile a seconda di come viene utilizzato e per le figure ed il jolly che valgono rispettivamente 10 e 25. 

Le tipologie di torneo di Scala 40 ammesse sono varie, la Fisca ne riconosce però soltanto tre: 

  • torneo ad eliminazione diretta con sedicesimi, ottavi, quarti, semifinale, finale 
  • sistema all’italiana: un giocatore incontra una sola volta tutti gli altri giocatori del proprio girone secondo un calendario 
  • sistema danese: il primo classificato si scontra con il secondo, il terzo contro il quarto e così via con il primo turno casuale

Ogni torneo può essere giocato singolarmente o a coppie. Per i tornei a coppie i punteggi vengono assegnati diversamente dal torneo singolo: la coppia che vince la mano infatti avrà un punto (detto victory point) e così via fino ad arrivare a 3. E’ possibile inoltre adottare il sistema di punteggio a tempo nel quale vince la coppia che allo scadere abbia più victory point. 

Nei tornei di Scala 40 esistono regole specifiche anche per il posizionamento del tavolo da gioco. La Fisca prevede che si giochi in tavoli da 4; sceglierà dove sedersi il giocatore che avrà estratto dal mazzo di carte, la carta dal valore più alto. Tale giocatore avrà anche diritto ad iniziare il gioco e l’onere di compilare il punteggio. Il giocatore alla sua destra sarà invece il cartaro. 

Il cartaro prima di dare le carte dovrà verificare che i mazzi siano integri per poi procedere al smazzare e al taglio da parte del giocatore alla sua destra. A seguito del taglio, le 13 carte vengono distribuite in senso orario alternandole una per volta. Se il mazziere dovesse compiere degli errori nella distribuzione può incappare in una ammonizione che, se ripetuta, consegnerà 50 punti di penalizzazione nel punteggio totale del giocatore. 

Nei tornei di Scala 40 è molto importante il rispetto dei turni di gioco, se un giocatore infatti arriva in ritardo al tavolo, entro i 5 minuti, potrà comunque sedersi ma riceverà 20 punti di penalizzazione, se invece il ritardo è maggiore, l’arbitro provvederà alla sua eliminazione. L’arbitro ha inoltre l’incarico di vegliare su eventuali irregolarità intenzionali o non intenzionali che possono manifestarsi durante il gioco. Alcune delle irregolarità più comuni sono quelle che riguardano le carte esposte ad esempio, carte cioè che vengono viste dagli avversari per errore o per volontà e carte che vengono “dichiarate” dal giocatore proprietario che ha l’obbligo di giocarle immediatamente dopo la “dichiarazione” di possesso. La penalità ovviamente si infligge se il giocatore dichiarante non riesce a giocare subito la carta esposta. Altre irregolarità coinvolgono le carte penalizzate, carte che giocate impropriamente dovranno essere riprese in mano portando con loro una penalità; e ancora abbiamo penalità per gli scarti irregolari, quegli scarti cioè che vengono fatti ad esempio quando non si è nella condizione di poterlo fare. 

Il regolamento completo dei tornei di Scala 40 può essere scaricato dal sito ufficiale della Fisca, ciò che in ogni caso è importante tenere a mente è che la Scala 40 è un gioco di carte con un’etica ben precisa: il primo obiettivo rimane sempre quello del divertimento e del senso civico, senza ovviamente rinunciare alla competitività. Per questo motivo il regolamento è molto serio anche per quanto attiene al comportamento dei giocatori che non dovranno nel modo più assoluto: 

  • rivolgersi in modo sgarbato agli altri partecipanti
  • fare commenti su mosse o scelte degli avversari 
  • giocare in modo antisportivo (quindi non è concesso regalare punti o carte agli avversari, per esempio)
  • dare suggerimenti agli avversari
  • nascondere le carte
  • ignorare le richieste degli altri giocatori 

L’applicazione Scala 40 di Onmadesoft non permette l’organizzazione di tornei, ma dispone di classifiche avvincenti sia per il gioco da soli che online contro altri giocatori (propri amici inclusi). Esistono quattro classifiche annuali: Partita Singola, Partita Singola Online, Partita a Punti, Partita a punti Online. A queste si aggiungono le equivalenti classifiche mensili. Sono inoltre presenti ulteriori classifiche in occasione di eventi particolari: Natale, Pasqua, Primo Maggio, Ferragosto, Halloween e altre saranno aggiunte in futuro. Ed infine le classifiche geografiche, potete consultare una classifica tenendo conto della vostra posizione e confrontare il vostro punteggio con quello dei giocatori che si trovano intorno a voi (anche queste in versione Singola, A Punti sia offline che online).